Bruxelles lancia credito low cost per progetti clima-energia

By 17 Febbraio 2015News sull'acciaio

Lancio a Bruxelles di due nuovi meccanismi di finanziamento per incentivare progetti di efficienza energetica, tutela della natura e di adattamento ai cambiamenti climatici nell’Ue. Ad essere interessati a prestiti ‘low cost’ in questi settori non solo le piccole e medie imprese, ma anche gli enti locali. L’accordo è stato firmato dal commissario europeo all’ambiente, Karmenu Vella, insieme al commissario europeo responsabile per clima ed energia, Miguel Arias Canete, e Jonathan Taylor, vicepresidente della Banca europea d’investimenti.
“L’idea è quella di finanziare 10-12 azioni pilota per ciascun meccanismo da qui fino al 2017, che poi ogni Stato membro può replicare usando i fondi strutturali” ha spiegato il commissario europeo per energia e clima, citando come possibile esempio di progetto “un sistema di illuminazione pubblica locale, un investimento che si ripaga da solo”.
“Questo è un esempio di come economia e ambiente possano andare a braccetto e liberare investimenti pubblici e privati” ha spiegato Vella, che pensa a progetti di “infrastrutture verdi, come ha fatto Vienna per purificare l’acqua”, oppure per la prevenzione delle alluvioni o l’ecoturismo.
Il Natural Capital Financing Facility (NCFF) prevede finanziamenti di 100-125 milioni di euro fra 2015 e 2017, di cui 60 milioni di euro dal programma europeo Life Plus. Il Private Finance for Energy Efficiency (PF4EE) conta invece di erogare 500 milioni di euro di prestiti, con 80 milioni di euro da Life Plus a garanzia del rischio del credito.