Boschi e Nardella prof d’eccezione per l’Eunomia Master. Anche Ricrea tra i partner

By 27 Febbraio 2015 Aprile 29th, 2020 News sull'acciaio

Il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi e il sindaco di Firenze Dario Nardella sono i primi “prof” d’eccezione della decima edizione di Eunomia Master, il corso di alta formazione politico-istituzionale che ha preso il via oggi (venerdì 27 febbraio) negli spazi di Villa Morghen a Settignano (Firenze). Quest’anno il master organizzato dall’associazione Eunomia, è intitolato “Cantiere Italia. Come le riforme stanno cambiando il Paese”. Il corso gode anche del patrocinio delConsorzio RICREA (rappresentato a Settignano dal responsabile della Comunicazione, Roccandrea Iascone) e di quello di numerosi altri partner che, insieme, hanno contribuito all’elargizione di una borsa di studio messa a disposizione dei corsisti.
Il master, nello specifico, consiste in quattro incontri – uno ogni due fine settimana (venerdì pomeriggio e sabato mattina) fino all’11 aprile – durante i quali si analizzeranno con l’aiuto di ministri, studiosi, giornalisti, manager di grandi aziende le riforme proposte dal governo italiano. Alle lezioni sono stati ammessi soltanto i corsisti: 55 amministratori, politici, funzionari pubblici – tutti under 40 – selezionati dal Comitato Scientifico di Eunomia in base al curriculum e al merito.
Il primo weekend di lezioni verte sul “Cantiere Istituzionale”. Ad aprirlo, alle ore 15 di questo pomeriggio, il sindaco Nardella (tra i fondatori di Eunomia) chiamato a fare il punto sull’attuale scenario istituzionale insieme a Leonardo Morlino, politologo e presidente del Comitato Scientifico di Eunomia. Alle 17.30 salirà in cattedra il ministro Boschi, che affronterà il tema “Costituzione e nuovo Parlamento. Riforma di Senato e Titolo V della Costituzione”, insieme a Morlino e al costituzionalista e presidente di Eunomia Enzo Cheli, con il coordinamento del sindaco Nardella.
Domani, sabato 28 febbraio, il corso inizierà alle 9 con la lezione su “Legge elettorale: lo stato dell’arte”, tenuta dal politologo Roberto D’Alimonte e dal direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Firenze Giovanni Tarli Barbieri, coordinati dal professore di Diritto Costituzionale dell’Ateneo fiorentino Andrea Simoncini. Alle 11, invece, il costituzionalistaAugusto Barbera e il direttore del Sole 24 Ore Roberto Napoletano, coordinati dal professore di Istituzioni di Diritto Costituzionale dell’Università LUISS “Guido Carli” Raffaele Bifulco, faranno il quadro delle riforme istituzionali.
Eunomia è un’associazione senza scopo di lucro nata nel 2005 a Firenze. L’associazione sostiene, attraverso la realizzazione di molteplici attività formative, la diffusione della cultura istituzionale e civica, promuovendo il rinnovamento della vita politica locale e nazionale, il corretto funzionamento delle istituzioni e l’attuazione di valori e principi fondamentali della Costituzione Italiana e dell’Unione Europea.
“Eunomia” in greco antico significa infatti “buon governo”. Le iniziative dell’associazione sono indirizzate alla formazione delle giovani classi dirigenti, i talenti candidati a governare il Paese di domani, nei più diversi ambiti della vita pubblica nazionale, nelle istituzioni e nell’impresa, nei sindacati e nei partiti.
Con questo spirito nel 2005 l’associazione ha dato inizio all’esperienza di Eunomia Master”, corso di alta formazione politico-istituzionale. Nel 2009 vede la luce Eunomia Sanità, corso di alta formazione sulle politiche della Salute.

Leave a Reply