Sì, è un 2014 da record. Aumenta l’acciaio recuperato dagli imballaggi: +7,8%

By 23 Giugno 2015 Aprile 29th, 2020 News sull'acciaio

Segno più per l’acciaio recuperato dagli imballaggi. Nel 2014, secondo i dati resi noti dal Consorzio RICREA nel corso dell’assemblea annuale, in Italia sono state avviate al riciclo 335.854 tonnellate di imballaggi in acciaio. Un quantitativo sufficiente per realizzare, pensate, ben 2.239 copie dell’Albero della Vita, la straordinaria icona del Padiglione Italia diventata, ormai, simbolo di Expo 2015. Un dato eccezionale che, unito al tasso di recupero, pari al 74,3% rispetto alle quantità immesse a consumo e di molto superiore al raggiungimento dell’obiettivo di legge (50%, Dlgs 152/06), pone il nostro Paese tra i migliori di tutto il Vecchio Continente. Ancora. Rispetto all’anno precedente, gli indicatori operativi segnalano dati positivi sia per la quantità di imballaggi immessi a consumo (+6,9%), sia per la quantità di raccolta (+7,8%) e riciclo (+4,9%). Insomma, dalle scatolette per gli alimenti ai tappi corona, dalle bombolette aerosol ai grandi fusti industriali, contenitori e “chiusure” in acciaio si confermano, ora più che mai, amici dell’ambiente.
“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti – ha commentato Federico Fusari, direttore fenerale di RICREA – e pronti ad affrontare il futuro con l’obiettivo di migliorare ancora, a partire dal supporto ai Comuni per agevolare la raccolta e il riciclo degli imballaggi in acciaio.”
Nel corso del 2014 è stato rinnovato l’Accordo Quadro ANCI-CONAI, con un aumento medio del 17,5% dei corrispettivi riconosciuti da RICREA ai Comuni convenzionati per la raccolta degli imballaggi in acciaio. Inoltre, da aprile 2015 è entrata in vigore la riduzione del Contributo Ambientale CONAI, che per gli imballaggi in acciaio è passato da 26 a 21 euro/ton. Questa riduzione è un segnale positivo per le imprese produttrici e utilizzatrici, in un contesto economico difficile come quello attuale.
Nel 2014 in Italia sono state immesse al consumo 452.298 tonnellate di imballaggi in acciaio, con un aumento del 6,9% rispetto all’anno precedente. Le tonnellate di rifiuti d’imballaggio raccolte sono state 397.386 (+7,8%). Grazie all’aumento del numero di convenzioni e accordi stipulati, per quanto riguarda il flusso da superficie pubblica, si è registrata una crescita del 17% rispetto al 2013, maggiormente marcata nel centro (+34%) e sud Italia (+18%).
Analizzando i dati di raccolta da superficie privata si nota invece una leggera diminuzione delle tonnellate raccolte (-3%), dovuta sia al persistere della crisi dei settori produttivi in cui si utilizzano fusti e general line, sia alla contrazione dei volumi di rottami. L’acciaio è il materiale più riciclato in Europa: è facile da differenziare e viene riciclato all’infinito senza perdere le proprie intrinseche qualità.

Leave a Reply