Al via Giacimenti Urbani: dopo Expo, la lotta allo spreco riparte da Milano

By 27 Novembre 2015 News sull'acciaio

Si è inaugurata oggi (e durerà fino al 29 novembre), negli spazi della Cascina Cuccagna di Milano, la terza edizione di Giacimenti Urbani. L’evento che vede nei rifiuti nuove opportunità di sviluppo ambientale ed economico, sarà l’occasione per fare il punto sulla lotta allo spreco di cibo ad un mese di distanza dalla fine di Expo. Per ridurli, oltre ai risultati della Milano Food Policy, nel corso della tre giorni verrà presa in considerazione anche l’attività delle “food bank”, le buone pratiche e il packaging nella sua natura più autentica, quella di strumento per prolungare la vita del cibo nel tempo e nello spazio, grazie alle proprietà di materiali come, ad esempio, l’acciaio di cui sono fatti contenitori alimentari come barattoli e scatolette, autentici forzieri di aromi e sapori, e del cui riciclo si occupa il consorzio RICREA, uno dei partner della manifestazione meneghina insieme con CiAL, Comieco, Corepla e Rilegno.
Inserito nel calendario della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, la manifestazione ha l’obiettivo di coinvolgere consumatori, istituzioni, professionisti e imprese sul valore ambientale, sociale ed economico nascosto tra i rifiuti. L’evento di inaugurazione, in programma questo pomeriggio (a partire dalle ore 17) sarà dedicato alla presentazione dei risultati della Milano Food Policy, finanziata da Fondazione Cariplo e progettata dal Comune di Milano, che ha chiamato a raccolta esperti, istituzioni e cittadini per comprendere come la città si nutre e dove avvengono gli sprechi, per poterli prevenire. Assieme all’Assessore all’Ambiente Piefrancesco Maran ci saranno Andrea Calori (Està – Ass. Economia e Sostenibilità) e Stefania Amato (Comune di Milano). Modererà Andrea Poggio di Legambiente, con il contributo di Gabriella Iacono (Milano Ristorazione), Valter Molinaro (Coop Lombardia), Giuliana Malaguti (Banco Alimentare), Aglaia Zanetti (Ecodallecittà) e Marco Facchini (Consorzio Agrituristico Mantovano). A seguire, uno show-cooking sulla cucina circolare.
A seguire, la mostra permanente “Packaging: istruzioni salvacibo”: un racconto che si snoda attraverso l’allestimento di pannelli sullo spreco di cibo e sulle soluzioni adottate per ridurlo. Un momento che affianca la tavola della consapevolezza, una lunga tavola interattiva alla quale sedersi per riflettere. E che sarà allestito nella Galleria di Cascina Cuccagna con i Consorzi Nazionali per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi CiAL, Comieco, Consorzio Ricrea, Corepla, Rilegno.
Sabato 27 sarà poi il momento di un incontro che verterà sulla funzione e l’utilizzo del packaging in ragione dello stile di vita. Titolo del miniconvegno: “Packaging tra acquisto consapevole e riduzione dello spreco di cibo: una sfida aperta”, con inizio alle 10.30, a cui parteciperanno, conRoccandrea Iascone, responsabile Comunicazione di RICREA, anche: Hub15, Silvia Barbero(Politecnico di Torino), Francesco Brega (Legambiente), Marco Capellini (Matrec), Luca Maria De Nardo (Packaging Observer), Massimo Di Molfetta (Corepla), Chiara Faenza (Coop Italia), Irene Ivoi(Esperta di politiche della prevenzione), Monica Martinengo (Rilegno), Carlo Montalbetti(Comieco), Costantina Regazzo (Progetto Arca), Gino Schiona (CiAL), Vincenzo Vasciaveo (Gas Baggio), DESR Distretto di Economia solidale del Parco Agricolo Sud Milano.
Oltre agli incontri e alle mostre permanenti sulla lotta allo spreco di cibo e sull’economia circolare, “Giacimenti Urbani” ospiterà anche il Market dell’up-cycling e quello dei materiali edili di recupero, laboratori, come quello per riparare le biciclette o realizzare sapone di Marsiglia fai da te, iniziative per bambini, come gli incontri per imparare attraverso gli origami come rispettare i mari o per costruire una wormbox per lombrichi e realizzare compost dagli scarti organici, e iniziative speciali, come “Porta una coperta per un senza dimora” in collaborazione con ViviMilano, il Banco delle mele brutte ma buone con il Consorzio Agrituristico Mantovano e la raccolta speciale degli apparecchi elettrici ed elettronici fuori uso, delle pile e dell’olio alimentare esausto, a cura del Centro Ambientale Mobile di AMSA.