Alessandria punta alla qualità del riciclo

By 21 Marzo 2016 Aprile 29th, 2020 News sull'acciaio

E’ stata presentata oggi ad Alessandria la campagna di informazione “Cambia volto ad Alessandria”, un’iniziativa promozionale che tende a sensibilizzare i cittadini-utenti verso le più corrette pratiche per differenziare gli imballaggi ed evitare che finiscano nella spazzatura indifferenziata. E’ un ulteriore passo avanti verso l’obiettivo di ottenere in tutta la provincia alessandrina un sensibile miglioramento qualitativo dei materiali conferiti al riciclo, soprattuto dopo che, a fine del 2015, si è avviata la collaborazione di Amag Ambiente con il Gruppo Benfante per assicurare la miglior valorizzazione a valle della raccolta sia di carta e cartone sia del “multimateriale leggero” (imballaggi in acciaio, plastica, alluminio e confezioni in poliaccoppiato a base cellulosica). Con la magior qualità della raccolta i Comuni potranno ottenere  maggiori corrispettivi per i materiali conferiti ai Consorzi di filiera cui spetta l’onere del conferimento: Ricrea (imballaggi di acciaio), Comieco (carta e cartone), Corepla (plastica), Cial (alluminio) e Coreve (vetro). Benefici economici che potranno essere girati a vantaggio dei cittadini.
Cambia volto ad Alessandria” è quindi una campagna orientato all’informazione di servizio e declinata su una pluralità di mezzi, sia di adv tradizionale (affissioni stradali, nelle stazioni e sui mezzi  pubblici) sia below the line (distribuzione materiali a stampa anche plurilingue, sito dedicato e presenza social, momenti educativi per le scuole), e integrata anche con un momento convegnistico per divulgare tra gli “addetti ai lavori” il modello di collaborazione tra pubblico  e privato che si sta sperimentando ad Alessandria.
Molta attenzione viene dedicata al mondo scolastico con visite organizzate alla piattaforma Amag Ambiente, percorsi ludico-didattici specificamente incentrati sulla raccolta differenziata e il riciclo dei materiali, un libretto illustrativo concepito per i bambini e gadget in materiale riciclato. Tutto ciò per creare un’attenzione e una sensibilità diffusa, come ha sottolineato anche il Presidente di Amag Ambiente, Claudio Perissinotto: “Responsabilizzare i ragazzi al problema dei rifiuti significa iniziare presto un processo di educazione a comportamenti consapevoli e rispettosi dell’ambiente e della natura. Ecco perché, in un contesto in cui sono ancora molto diffusi comportamenti dannosi per l’ambiente (come l’abbandono o la mancata differenziazione dei rifiuti) è importante rivolgersi ai bambini per coinvolgere le famiglie a una maggiore sensibilità”.
Già attivo il minisito informativo www.alessandriaricicla.it che, insieme al supporto social della pagina Facebook “PerchèRiciclo”, costituisce un modo diretto e immediato per ottenere tutte le informazioni necessarie.
Da aprile la campagna entra nel vivo. Saranno inviati e distribuiti 45.000 volantini con tutte le indicazioni per facilitare il corretto conferimento dei diversi materiali a tutti gli utenti della città di Alessandria grazie all’inserimento nella bolletta; prevista anche la distribuzione di una versione plurilingue (arabo, rumeno e cinese) tramite i circuiti di aggregazione delle diverse comunità etniche.
Inizieranno ad aprile anche le presenze sui tabelloni delle affissioni, sui mezzi pubblici e nella stazione ferroviaria di Alessandria. Sempre per aprile, è previsto un convegno di respiro nazionale, destinato ad un pubblico di “addetti ai lavori”, per proporre il modello di integrazione tra pubblico e privato che si sta sperimentando ad Alessandria e provincia come opportunità per uno sviluppo performante ed economicamente sostenibile della raccolta differenziata finalizzata alla massimizzazione dell’effettivo riciclo, che prevede a chiusura dei lavori un messaggio del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti.
Enzo Scalia, direttore generale del Gruppo Benfante, ha voluto porre l’accento proprio su quest’ultimo aspetto: “L’impegno che si richiede ai cittadini per fare la raccolta differenziata non è certo fine a se stesso, e non produce solo un astratto futuro beneficio ambientale, ma è il punto di attivazione di una vera e propria filiera industriale, il cui successo produce anche ritorni per la collettività in termini di sviluppo economico generale ma soprattutto di possibilità di ridurre i costi dei servizi per i cittadini stessi. In particolare, quando la sinergia tra pubblico e privato si imposta su criteri di trasparenza, efficacia ed economicità, i vantaggi della filiera industriale e quelli per i cittadini che attuano comportamenti virtuosi rappresentano un valore aggiunto complessivo per tutto il territorio”.
La campagna, promossa proprio dal Gruppo Benfante e concordata con Amag Ambiente e condivisa con il Consorzio di Bacino Alessandrino per la copertura dell’intero territorio provinciale, vede anche il sostegno economico a parziale copertura dei costi dei Consorzi di filiera del sistema Conai. Alla conferenza di presentazione, il Consorzio Ricrea è stato rappresentato da Roccandrea Iascone(responsabile Comunicazione) e da Valentina Re (area tecnica).

Leave a Reply