Le Buone Reazioni del riciclo

By 20 Settembre 2016 News sull'acciaio

In Italia l’economia circolare, in quella che forse è la sua declinazione più classica, ossia le pratiche del recupero e riciclo dei rifiuti, sta crescendo in maniera positiva. A dimostrarlo sono i dati annuali della filiera e a ribadirlo sono i protagonisti di “Le Buoni Reazioni”, il workshop organizzato oggi a Roma nell’ambito di “da Le Voci nel Bosco a Fai la differenza c’è…”. All’interno del ricco contenitore di eventi, creato per diffondere la sensibilità ambientale tramite il gioco, la cultura e lo sport, non poteva mancare uno spazio di discussione e riflessione su cosa oggi siano le buone pratiche del riciclo. Dal palco offerto da Euroma 2, il direttore di Rinnovabili.it, Mauro Spagnolo, ha tessuto insieme le esperienze dirette di alcuni dei principali attori italiani del comparto nazionale – Corepla, Rilegno, Fise Unire, Comieco e RICREA.
Il quadro che l’evento ci restituisce è quello di una filiera articolata e complessa, in cui tutti gli attori hanno un ruolo essenziale, cittadini in primis. “In Italia si sta avanzando molto da questo punto di vista, soprattutto perché si sta diffondendo tra le famiglie la consapevolezza dell’importanza del riciclo”, spiega Spagnolo. Se il comportamento del singolo può fare la differenza è importante però che vi sia una continua opera di sensibilizzazione, come quella che oramai da anni porta avanti Re Boat Roma Race, l’originale regata di imbarcazioni auto-costruite a partire dai rifiuti. L’evento – culmine del programma “da Le Voci nel Bosco a Fai la differenza c’è…” – è la dimostrazione che impegnarsi per regalare una seconda vita ai rifiuti oggi non è più soltanto un obbligo nei confronti dell’ambiente: salvare dalla discarica beni e prodotti di cui non abbiamo più bisogno può rappresentare anche un divertimento. Lo stesso divertimento che accompagnerà i green team che domenica gareggeranno sulle acque dell’Eur con le loro barche riciclate.
Presente per RICREA Roccandrea Iascone (resp. comunicazione e relazioni esterne) il quale ha sottolineato l’importanza di eventi come questi per sensibilizzare i cittadini alla grande responsabilità che hanno nell’adottare comportamenti virtuosi ecosostenibili che portano ad vantaggi importanti sia economici che ambientali.