RICREA A FIANCO DI GIOCAMPUS

By 12 Dicembre 2019Gennaio 14th, 2020News sull'acciaio

Da quest’anno RICREA sostiene Giocampus, il progetto educativo “made in Parma” dedicato alla promozione di pratiche di vita sane e sostenibili tra i piccoli cittadini di domani.
L’iniziativa giunta alla diciannovesima edizione, è rivolta a 10mila alunni delle scuole primarie della Provincia di Parma  e include anche 750 ore annuali di educazione alimentare e ambientale.

Giocampus è un progetto che promuove il benessere delle future generazioni attraverso un percorso formativo che unisce educazione motoria ed educazione alimentare. Promosso da un’alleanza educativa pubblico – privata che vede protagoniste diverse istituzioni e aziende del tessuto cittadino e provinciale di Parma, Giocampus basa le proprie fondamenta sull’idea scientificamente provata che la corretta alimentazione, integrata da un’adeguata attività fisica, sia fondamentale per garantire una buona qualità di vita futura.

Da ottobre a maggio, per 30 settimane effettive, il progetto affianca docenti e alunni con figure professionali competenti in educazione alimentare, ambientale e motoria, mettendo a disposizione professionisti e strumenti per arricchire le conoscenze e le abitudini ad una corretta qualità della vita dei bambini e delle famiglie

Una delle caratteristiche essenziali di tutte le attività che si svolgono a Giocampus è la loro correttezza dal punto di vista scientifico. Per questa ragione tutti i percorsi, i giochi e i materiali per i bambini proposti all’interno del progetto sono a lungo studiati e costantemente supervisionati da un’ampia comunità scientifica formata da pediatri, specialisti in nutrizione (i Maestri del Gusto) e in educazione fisica (i Maestri del Movimento) e di cui da quest’anno anche RICREA farà parte. Obiettivo ultimo del progetto è infatti quello di migliorare lo stile di vita dei bambini, promuovendo un benessere diffuso nella popolazione, e anche le buone pratiche della raccolta e riciclo degli imballaggi in acciaio.

Tra i laboratori previsti quindi per il 2020 anche alcuni incentrati sul riconoscimento degli imballaggi in acciaio… su come si raccolgono in città e come vengono poi riciclati.