Gli eventi: arte, musica, sport, gastronomia, solidarietà

Il pomodoro, buono per te, buono per la ricerca


Il Pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca”, è un’iniziativa promossa da Fondazione Umberto Veronesi per raccogliere fondi per la ricerca scientifica in ambito pediatrico, al fine di garantire le migliori cure possibili ai bambini malati di tumore e aumentare le loro aspettative di guarigione. Nella passata edizione sono stati 1400 i volontari impegnati in oltre 160 piazze italiane che, a fronte di una donazione minima di 10 euro, hanno distribuito una confezione con tre barattoli di pomodori, nelle versioni pelati, polpa e pomodorini. Un’iniziativa benefica resa possibile grazie alla collaborazione di ANICAV (Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali) e RICREA, e che ha consentito di devolvere per questa importante causa circa 300.000 euro.
Da sempre il pomodoro rappresenta un ingrediente fondamentale nella dieta mediterranea; è un frutto con pochi zuccheri, ricco di fibre, vitamine C ed E e sali minerali, quali potassio e fosforo. Contiene molecole bioattive come i polifenoli, potenti antiossidanti, e i carotenoidi tra cui il licopene, studiato come coadiuvante nel potenziamento del sistema immunitario e nella prevenzione di alcuni tipi di tumore. Gli imballaggi in acciaio contribuiscono a garantire la conservazione delle caratteristiche nutrizionali e organolettiche del prodotto.

Terra madre salone del gusto


Organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Comune di Torino, “Terra Madre Salone del Gusto” è una manifestazione enogastronomica internazionale che riunisce ogni due anni a Torino produttori e artigiani del settore agroalimentare provenienti da tutto il mondo. L’evento si compone di una parte espositiva (il Mercato) e di altre attività quali conferenze, forum, laboratori, degustazioni guidate e lezioni di cucina.
Molti i temi affrontati: dalla biodiversità alla tutela del suolo, dell’aria dell’aria; dalla crisi climatica alla ricerca di soluzioni per ridurre l’impatto ambientale della produzione di cibo. E all’interno del denso e variegato programma dell’ultima edizione dell’evento, dal titolo “Food for Change”, si è parlato anche di tecniche di conservazione del cibo e di imballaggi in acciaio. Grazie alla creatività dello chef stellato Moreno Cedroni, acciughe e pomodori, due eccellenze della dieta mediterranea prevalentemente conservate in scatole e barattoli d’acciaio, sono stati i protagonisti indiscussi di piatti gourmet. Un’imperdibile opportunità anche per fare un ripasso sulle caratteristiche nutrizionali e sulla funzione preventiva di alimenti come acciughe e pomodoro, caratteristiche e funzioni perfettamente preservate con la conservazione in scatola. L’evento è stato ideato e realizzato da RICREA in collaborazione con ANFIMA (Associazione Nazionale Fabbricanti Imballaggi Metallici ed Affini), ANCIT (Associazione Nazionale Conservieri Ittici e delle Tonnare) ed ANICAV (Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali). RICREA è Partner Ambientale di Terra Madre Salone del Gusto da sette edizioni.

Slowfish


Slowfish” è l’evento internazionale dedicato al pesce e alle risorse del mare al quale RICREA fin dal 2009 partecipa in qualità di Partner Ambientale, essendo i contenitori in acciaio gli imballaggi più utilizzati per conservare i prodotti ittici come acciughe, sgombro, tonno e sardine. Nell’ambito della manifestazione, il consorzio organizza laboratori creativi per i più piccoli come “Il rompi-scatole” e per i più grandi, come “Tu come lo fai?”, spettacolo musicale realizzato con strumenti ottenuti da imballaggi d’acciaio. RICREA, inoltre, supporta Slow Food e AMIU nel presidiare le isole ecologiche sistemate nell’area espositiva, contribuendo nella formazione dei volontari che vigilano sul corretto conferimento dei rifiuti da parte dei visitatori. L’evento è organizzato da Slow Food e Regione Liguria con il patrocinio del Comune di Genova e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con il sostegno della Camera di Commercio di Genova e la partecipazione del Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Circonomìa


Circonomìa” è il Festival dell’economia circolare e delle energie dei territori che si tiene in Piemonte dal 2016. Coinvolge cittadini, imprese, amministrazioni pubbliche, organizzazioni e consorzi che hanno individuato nell’economia circolare la risposta ai problemi e ai rischi ambientali. Circonomìa si rivolge a un pubblico largo e non solo di “addetti ai lavori”, per condividere le idee, le strategie, le buone pratiche imprenditoriali e amministrative, i cambiamenti sociali e culturali che hanno in comune l’attenzione all’ambiente. Cambiamenti che già stanno trasformando i modi di produrre e di competere nell’economia, così come gli stili di vita nella società.
Nel corso dell’ultima edizione dell’evento, la quarta, si sono svolte le premiazioni dei “Green Heroes” ovvero le persone e le imprese individuate e scelte dal “Kioto Club” come “campioni italiani” dell’economia circolare.
Per il Consorzio è intervenuta Valentina Re, Area Tecnica RICREA, che ha sottolineato come la Raccolta differenziata sia il primo passo di un percorso di Economia Circolare fondamentale per la sostenibilità ambientale.

Kiss Mugello


KISS Mugello” – Keep It Shiny and Sustainable – è il programma di sostenibilità ambientale e sociale del Gran Premio d’Italia Oakley. RICREA e Corepla offrono il proprio supporto all’evento, con l’obiettivo comune di sensibilizzare gli spettatori e gli operatori sull’importanza di adottare comportamenti rispettosi dell’ambiente, partendo da una corretta raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio e in plastica.
Presso l’info desk nel paddock, Ricrea e Corepla hanno allestito per i visitatori una speciale area attrezzata con panchine realizzate in acciaio e in plastica riciclati: un modo “comodo” per toccare con mano i vantaggi della raccolta differenziata e scoprire il valore del riciclo degli imballaggi, rafforzato dalla presenza di personale che ha distribuito informazioni e gadget. Fin dalle prime edizioni del programma, KISS, Ricrea e Corepla – in collaborazione con Alia Servizi Ambientali – hanno puntato sul coinvolgimento degli appassionati di motociclismo intorno al tema della sostenibilità. Anche quest’anno le buone performance di raccolta differenziata raggiunte nelle passate edizioni sono state ampiamente superate, riducendo così l’impatto ambientale del grande evento sportivo.

Cinemambiente


Il Consorzio RICREA è partner sostenitore di “CinemAmbiente“, il festival che presenta i migliori film e documentari sull’ambiente in ambito internazionale.
Nella passata edizione, la prima con la partecipazione del Consorzio, è stato assegnato il “Premio RICREA” al miglior documentario italiano  a Il sorriso del gatto di Mario Brenta e Karine De Villers. La giuria ha assegnato inoltre una menzione speciale a Controcorrente di Claudia Carotenuto e Daniele Giustozzi. I messaggi di sostenibilità e valorizzazione dei principi di Economia Circolare sono stati veicolati anche tramite un video del Consorzio trasmesso prima delle proiezioni dei film italiani in concorso.
Il Festival CinemAmbiente nasce a Torino nel 1998 ed è organizzato da Associazione CinemAmbiente in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Il Festival è parte del Green Film Network, un’associazione che riunisce i concorsi cinematografici a tema ambientale in tutto il mondo.

Tor des géants


Con la squadra EcoLoTor By RICREA capitanata dall’atleta Roberto Cavallo, RICREA sostiene con “Tor des Géants“, l’ultratrail più duro al mondo che si svolge in Val d’Aosta da dieci anni. La competizione sportiva è legata al progetto di sostenibilità ambientale EcoLoTor, che ha esteso a tutti gli eventi sportivi valdostani i criteri ambientali e le procedure si sostenibilità. Grande attenzione viene dedicata alla gestione dei rifiuti. Per ridurre la quantità di scarti complessivamente prodotti e per garantire la maggior percentuale di differenziazione e recupero, le forniture e gli approvvigionamenti sono selezionati valutando la minor produzione di rifiuti, la riciclabilità degli scarti e i marchi di sostenibilità, il tutto considerando l’organizzazione logistica. Un’organizzazione molto accurata prima, durante e dopo l’evento ha portato al raggiungimento, nell’ultima edizione del Tor, della ragguardevole percentuale dell’84,94% di raccolta differenziata nelle basi vita.
Nell’ambito delle attività promosse dal progetto green EcoloTor, inoltre, è stata ratificata la “Carta per gli Eventi Sportivi Sostenibili” (o “Carta di Courmayeur”). Il documento nasce dall’esigenza collettiva dei firmatari, nazionali ed internazionali, di adottare azioni atte a rendere ecologicamente sostenibili le manifestazioni sportive. La firma del documento, in occasione del decimo anniversario del Tor des Géants, rappresenta il coronamento di un percorso di sostenibilità che gli organizzatori hanno intrapreso ormai da anni.

Giffoni Film Festival


Giffoni Film Festival“, (poi Giffoni Experience e infine Giffoni Opportunity) è la kermesse cinematografica dedicata al cinema per bambini e ragazzi. Quest’anno Conai e i Consorzi di filiera del riciclo degli imballaggi in Acciao, RICREA in primis, vi hanno partecipato con due iniziative: La Masterclass Eco ed il Green Game. 
La Masterclass ECO è stata pensata e sviluppata come una piattaforma di sensibilizzazione, formazione e informazione delle generazioni più giovani sulle tematiche ambientali. Obiettivo del progetto è orientare i giovani verso un’autentica missione civile da portare avanti nel tempo, giorno dopo giorno, trasformandola nella propria professione. Un gruppo di 90 ragazzi tra i 16 ed i 34 anni d’età ha partecipato alla Masterclass ECO, incontrando addetti ai lavori ed esperti della green economy e testimonial del mondo green, e approfondendo case history di aziende o enti particolarmente impegnati nello sviluppo e nella diffusione di buone pratiche. Oltre 1000 giurati del Giffoni hanno invece partecipato al Green Game, il gioco interattivo sulla raccolta differenziata realizzato dai sei Consorzi nazionali di filiera. Un quiz dove contano velocità e competenza: fondamentale documentarsi sulla raccolta e il riciclo dei sei materiali.

Festambiente


Festambiente” è l’ecofestival di Legambiente che propone ai visitatori 5 giorni di musica, cinema, mostre, stand gastronomici, dibattiti e conferenze sui temi della sana alimentazione, dell’ambiente e della sostenibilità.
In occasione del dibattito sull’Economia Circolare con la partecipazione di Chiara Braga (membro commissione ambiente alla Camera dei Deputati), Vittorio Bugli (assessore Regione Toscana), Giorgio Zampetti (direttore generale Legambiente) e Giovanni Corbetta (direttore generale di Ecopneus),  il responsabile della comunicazione di RICREA, Roccandrea Iascone, ha sottolineato la proficua collaborazione del Consorzio con Legambiente: iniziative come Trenoverde e Goletta Verde, volte a sensibilizzare i cittadini sulle tematiche legate ai vantaggi del riciclo degli imballaggi in acciaio attraverso la raccolta differenziata, hanno raggiunto e sensibilizzato una moltitudine di cittadini, contribuendo all’adozione di buone pratiche.

Comuni Ricicloni


Comuni Ricicloni” è l’iniziativa di Legambiente, patrocinata dal Ministero per l’Ambiente che premia comunità locali, amministratori e cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti: raccolte differenziate avviate a riciclaggio, ma anche acquisti di beni, opere e servizi che abbiano valorizzato i materiali recuperati da raccolta differenziata. RICREA partecipa con un suo rappresentante alla giuria di Comuni Ricicloni, composta da rappresentanti di Legambiente, CONAI, Fise Assoambiente, COMIECO, COREVE, CIAL, COREPLA, RILEGNO, Consorzio Italiano Compostatori, Centro di Coordinamento RAEE, Assobioplastiche e IPPR. A partire dall’edizione 2016dell’iniziativa l’accento è stato posto sui Comuni Rifiuti Free, ovvero quei comuni a bassa produzione di rifiuto indifferenziato destinato a smaltimento. La valutazione del sistema di gestione dei r ifiuti avviene pertanto sulla capacità di contenere e ridurre le quantità di rifiuto destinato allo smaltimento. Le classifiche sono stilate su base regionale. Per ogni regione vengono definiti i vincitori assoluti per quattro categorie: comuni sotto i 5.000 abitanti, comuni tra i 5.000 e i 15.000 abitanti, comuni sopra i 15.000 abitanti e comuni capoluogo. A questi premiati si aggiungono i vincitori per ogni categoria merceologica di rifiuto e i vincitori della speciale categoria “Cento di questi consorzi” dedicata alla miglior raccolta su base consortile. Vengono inoltre attribuiti, a discrezione della giuria, diversi premi speciali, consegnati anch’essi a Roma, alla presenza del Ministro dell’Ambiente in carica, in occasione dell’evento conclusivo di Comuni Ricicloni. L’evento prevede anche un convegno al quale partecipano i principali esponenti istituzionali del settore rifiuti e prodotti.

50 anni di Amiat in mostra


In occasione del 50 anniversario, Amiat, la società che gestisce ed eroga i servizi di raccolta e smaltimento rifiuti della città di Torino, ha allestito l’esposizione celebrativa dal titolo “50 anni di Amiat in mostra“. Il futuro è nella nostra storia. La mostra ha offerto un percorso narrativo all’interno della storia di Amiat in stretta relazione con la storia della città e con i cambiamenti urbanistici, sociali ed economici occorsi negli ultimi cinquant’anni. Dall’esposizione di alcune attrezzature e veicoli adoperati nel passato per il servizio di raccolta dei rifiuti, ai video testimonianze di dipendenti ed ex dipendenti Amiat, ai cambiamenti tecnologici affrontati dall’azienda in tema di trattamento industriale dei rifiuti dopo la raccolta.
Uno spazio è dedicato anche all’evoluzione della comunicazione, ambito in cui Amiat è stata pioniera coltivando una grande attenzione per l’informazione e l’educazione dei cittadini. Sono state esposte alcune delle principali campagne un filmato con un’intervista esclusiva a Piero Chiambretti, protagonista di una celebre campagna Amiat degli anni Novanta. Completa la Mostra uno spazio “educational” dedicato alle attività di educazione ambientale riservate ai giovani e alle scuole e una storia a fumetti di Taurino, la mascotte realizzata da un dipendente di Amiat per il cinquantesimo anniversario. Nello spazio espositivo è anche presente una postazione dove realizzare un selfie ricordo della visita con la sagoma di Taurino: per effettuare lo scatto, i visitatori si potranno accomodare su una panchina realizzata, grazie al riciclo dell’acciaio, dal Consorzio Ricrea, un modo concreto per comprendere il legame tra i comportamenti virtuosi e il recupero delle materie.

Jova Beach Party


Diciotto date sold out, oltre 600mila spettatori, un evento unico e straordinario per la peculiarità delle realtà ambientali in cui i “Jova Beach Party” si sono svolti. “Lasceremo il segno senza lasciare segni” è stato il mantra degli organizzatori del Tour e dello stesso Jovanotti. E la complessa macchina organizzativa ha potuto contare sul coinvolgimento di tre consorzi: RICREA, CiAl E COREPLA, i quali hanno allestito ad ogni tappa decine di punti riciclo e organizzato gruppi di volontari che hanno guidato gli spettatori a conferire correttamente gli imballaggi usati. A fine concerto, sono stati organizzati servizi straordinari di pulizia della spiaggia, con mezzi e uomini che hanno garantito il ripristino delle condizioni ottimali in breve tempo. E sempre con la collaborazione dei tre Consorzi,è stato mostrato che cosa si ottiene dal riciclo di plastica, acciaio e alluminio. Sia grazie ad una zona relax appositamente allestita con elementi di arredo riciclato, sia con una dimostrazione a fine tour che ha raccontato cosa si può realizzare con tutti gli imballaggi correttamente raccolti e differenziati durante i concerti. In ogni tappa del Jova Beach Party, inoltre, RICREA ha donato 100 portamatite in acciaio destinate agli alunni di alcune scuole selezionate dal Comune ospitante. Con i tappi corona raccolti durante tutti i concerti, l’artista Luigi Masecchia ha realizzato un’opera mosaico che riproduce la cover dell’ultimo album di Jovanotti. La partnership con Jova Beach Tour, l’evento artistico che ha reso memorabile l’estate 2019, dimostra che divertirsi non vuol dire dimenticarsi dell’ambiente: se ciascuno fa la propria parte, anche i grandi eventi possono essere un volano per la diffusione di buone pratiche e un esempio di sostenibilità ambientale.

Keep Clean and Ride


Keep Clean and Ride” è l’evento centrale italiano della campagna “Let’s Clean Up Europe!”. Una manifestazione nata per sensibilizzare l’opinione pubblica e i media, attraverso il connubio Sport-Ambiente, sul fenomeno dell’abbandono dei rifiuti (littering).
Il “rifiutologo” e divulgatore ambientale Roberto Cavallo in sella ad una bici in acciaio 100% riciclabile ed amica dell’ambiente, accompagnato lungo il percorso dal triatleta e personal trainer Roberto Menicucci, ha risalito lo Stivale attraversando sette Regioni del versante adriatico: Puglia, Abruzzo, Marche, Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Veneto. In totale i due eco-atleti hanno percorso di oltre 1000 chilometri in bici, per un dislivello positivo totale di oltre 18 mila metri.
La corsa, promossa da AICA – Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale – in collaborazione e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è stata sostenuta da Conai e dai consorzi di filiera del riciclo degli imballaggi Comieco, Corepla, Cial, Coreve e RICREA.

Fa’ la cosa giusta!


Fa’ la cosa giusta!” è la prima e la più grande fiera nazionale del consumo critico e stili di vita sostenibili, ospitata nei padiglioni di Fieramilanocity e giunta alla sua diciassettesima edizione.
Nata nel 2004 da un progetto della casa editrice Terre di mezzo, l’iniziativa ha il fine di far conoscere e diffondere sul territorio nazionale le “buone pratiche” di consumo e produzione e di valorizzare le specificità e le eccellenze, in rete e in sinergia con il tessuto istituzionale, associativo e imprenditoriale locale. Oltre alla mostra mercato di prodotti e servizi, l’esposizione conta in agenda più di 450 eventi, laboratori, incontri, presentazioni, degustazioni, spettacoli e molte iniziative educational per le scuole e opportunità di formazione per il volontari. In questo contesto si inserisce il progetto Steel Life, promosso dal Consorzio RICREA. Una mostra e un libro dedicati al riciclo degli imballaggi in acciaio con i disegni di Alessandro Sanna e gli scatti di Massimiliano Tappari. Attraverso l’arte si racconta la trasformazione che avviene quando scatolette, barattoli, fusti e tappi tornano a nuova vita, grazie alla raccolta differenziata e ad un po’ di fantasia.

Ezio Bosso a Bologna per #all4thegreen


Bologna capitale mondiale dell’ambiente con con “#ALL4THEGREEN“, un “contenitore” di 70 eventi aperti alla massima partecipazione del pubblico per preparare, introdurre e “sensibilizzare” ai temi del G7 Ambiente 2017, la riunione intergovernativa tra i paesi più industrializzati della Terra.
In questo contesto Conai e i Consorzi della filiera del riciclo dei materiali d’imballaggio hanno realizzato due eventi in Piazza Maggiore: Il Concerto per la Terra del Maestro Ezio Bosso ed il progetto Abi-Tanti.
Il direttore d’orchestra, compositore e pianista Ezio Bosso, in occasione della giornata per l’Ambiente, ha usato la grande musica classica, per lui semplicemente ‘musica libera’, come metafora delle nuove sfide del pianeta di fronte al nuovo “Panta Rei” e il “REciclo”, nuovo termine da lui coniato per indicare il ciclo virtuoso del riuso dei materiali.
Il secondo evento dal titolo Abi-tanti è stata una “invasione pacifica” di oltre 11.000 sculture create – a partire da materiali riciclati e quindi eco-sostenibili –in Italia, in Europa e nel mondo. Recentemente gli Abi-tanti sono stati protagonisti dell’Arts Learning Festival di Melbourne, che ha tra gli obiettivi principali l’educazione ambientale nell’interazione con le arti.
I cittadini bolognesi hanno potuto mettersi all’opera, creando i propri Abi-tanti utilizzando gli imballaggi in acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro, con il supporto delle Artenaute del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli.

Panettone della ricerca


Il “Panettone della Ricerca“. Un regalo buono, che fa del bene! è un progetto della Fondazione Umberto Veronesi e del Consorzio RICREA. Un’iniziativa benefica che si rinnova ogni anno in occasione delle festività natalizie e che prevede la distribuzione di un panettone da 1 kg realizzato secondo la ricetta classica Balocco a lievitazione naturale, il cui ricavato è interamente devoluto a sostegno della ricerca scientifica sui tumori pediatrici.
RICREA partecipa al progetto fornendo delle eleganti scatole in latta d’acciaio per confezionare i panettoni, decorate con motivi natalizi, realizzate in acciaio eco-compatibile e eco-sostenibile.
La fondazione Veronesi nasce nel 2003 su iniziativa del Professor Umberto Veronesi e di molti altri scienziati e intellettuali di fama internazionale, fra cui 11 premi Nobel, con lo scopo di promuovere la ricerca scientifica e i progetti di prevenzione e educazione alla salute.